Chiedimi se sono felice

06.09.2021

Quando siamo davvero felici? Come possiamo capire quando lo siamo? Cosa significa essere felici

"Mi ricordo che una mattina mi sono svegliata all'alba con dentro un grande senso di aspettativa, hai presente, no? Lo conosci, umh? E- e mi ricordo di aver pensato: ecco questo deve essere il preludio della felicità! Questo è solo l'inizio, ed ora in poi crescerà sempre di più... Non mi ha sfiorato l'idea che non fosse il preludio, era quella la felicità. Era quello il momento, era quello" (Dal film The Hours)

Inizio con questa frase di un meraviglioso film, perché credo che indichi esattamente quante volte ci dimentichiamo di cosa voglia dire essere felici. 

Troppo spesso aspettiamo quel momento, quell'attimo con la speranza che ci renda felici; e spesso accade che tutta quella felicità che stiamo aspettando, vanifichi come in una bolla di sapone che scoppia troppo presto, o perché ci aspettavamo che durasse di più, o perché non soddisfa le nostre aspettative. 

Ma ci siamo mai domandati cos'è accaduto prima di quel momento?

 Facciamo un esempio: una gita fuori porta in Natura, una camminata in mezzo al verde per raggiungere la cima di una collina per ammirare un panorama meraviglioso. Ma arrivati alla nostra meta, la bellezza di quella vista è nascosta dalla nebbia che nel frattempo è salita. E il primo pensiero è: 

"Ma ho fatto tutta questa strada per nulla?" 

Ecco! Ecco che dimentichiamo tutto ciò che è accaduto prima: dalla scelta di ciò che porto con me, gli amici che scelgo nel mio cammino, l'odore della Natura e ciò che ho potuto vedere e sentire; tutte emozioni che si susseguono attraverso i cinque sensi. 

Questo è quello che pensiamo sia il mezzo per raggiungere la nostra felicità: il preludio! 

Ma se iniziassimo a pensare che la felicità inizia molto prima, concentrandosi nel qui e ora di cosa sta accadendo, riusciremo a pensare che quella ricerca di benessere, inizia molto prima. 

E questo accade in ogni azione nel nostro quotidiano. 

Il modo per capirlo? Fermiamoci a domandarci consapevolmente cosa stiamo facendo; chiediamoci se ci fa stare bene quell'azione, assaporandone l'emozione. E ascoltiamoci per capire che la felicità non è dietro l'angolo, ma al nostro fianco. 

Sta solo a noi prenderla per mano e farci accompagnare.