La forza di essere Super Eroi

21.02.2022

Supereroi non si nasce, ma si diventa

Ognuno di noi, adulto o bambino che sia, ha un Supereroe nel cuore.
Io ad esempio nell'immaginario amo sin da piccolo Batman, anche se nel mio immaginario convenzionale, per me Mary Poppins batte qualsiasi tipo di eroe mascherato. 

Partiamo proprio da lei, Mary Poppins, che ha fatto innamorare migliaia di bambini a suon di Supercallifragistichespiralidoso, tè sul soffitto e molto altro. Oltre alla magia che porta, ha uno scopo ben preciso, ovvero quella di salvare una famiglia patriarcale basata solo su doveri e principi, senza mai metterci quel poco di zucchero che ogni bambino vorrebbe quando cresce, per scoprire lentamente che non sempre lo sciroppo sa di lampone o gli aquiloni non sempre volano. 

Perché ci sono dei momenti nella vita, che seppur non ce ne accorgiamo, tutti noi possiamo essere dei supereroi, dimostrando con piccoli gesti, qualcosa che magari per noi sembra ordinario e normale, ma per chi ha necessità di credere in qualcuno, questa figura diventa qualcosa di straordinario e ricco di poteri. 

Perché il potere che possiamo attivare è dentro di noi, creando delle possibilità che prima non esistevano, e dimostrando al nostro mondo intero ciò di cui siamo capaci di fare. 

Un piatto di pasta a tavola per la famiglia anche quando si è stanchi o non ci sono abbastanza soldi. 

Un gattino salvato dalla strada.

Un posto di lavoro offerto perché si crede in quella persona.

Una carezza a chi ne ha bisogno.

Non sempre è necessario fare un gesto eclatante, ma spesso è sufficiente vivere al meglio ciò che possiamo fare per gli altri, con le nostre possibilità e con il nostro potere; anche perché quel piccolo gesto che per noi è superfluo, può aiutare la fragilità di qualcun altro a cui cambiare la vita. 

Quindi, quando puoi, vestiti da supereroe e agisci come lui. Non puoi sapere chi hai potuto salvare oggi. 

"Da un grande potere, deriva una grande responsabilità" (Spider Man)