Raccontami una fiaba

30.09.2021

Come nasce una fiaba? Come ci si appassiona? Scopriamolo insieme a un'idea di collaborazione 

Tempo fa, ho iniziato un progetto con il Team Editoriale di NatureTherapy®, dove insieme a tutti gli articoli e poesie create, abbiamo scritto un racconto intitolato "Fratello Ulivo e Sorella Edera" scritto a quattro mani da me e da un'altra splendida creatura chiamata Sara Segato. Il racconto è scaricabile gratuitamente sul sito wwww.naturetherapy.it, dove l'intero team ha collaborato per renderlo fruibile a tutti. 

Il perché vi racconto questo, è una delle attività che propongo ai laboratori scolastici, dove i bambini, attraverso la fantasia, hanno la possibilità utilizzando gli elementi della natura di andare a creare una favola tutta loro. Ecco che un piccolo ramo si trasforma in una bacchetta magica e un cespuglio è un passaggio segreto per entrare in un mondo magico. 

Ogni volta che propongo questo laboratorio, gioisco di quanta bellezza ci sia nel vedere la semplicità dei bambini nel riuscire a trovare lo stimolo per essere creativi. 

La tecnologia spesso non aiuta, e a volte diventa più complicato (soprattutto crescendo) riuscire a trovare velocemente quel modo per essere fantasiosi. 

Il mio consiglio a tutti i genitori, zii, nonni è di portare i vostri bambini all'aperto e fargli ritrovare quella motivazione al gioco, che non solo è divertente, ma permette al cervello di viaggiare in posti lontani, ritrovando quello stupore nei loro occhi che si trasformano quando vengono stimolati da qualcosa di nuovo e di bello.